Widget Image
Chi Siamo
Quando si effettua il rimessaggio delle barche il significato di tale operazione è dato dalla necessità di garantire un eccellente funzionamento del mezzo.
Contatti
info@nauticabagnato.com
+39 340 3470078
VIA PREVITERI N° 6
ORARIO: 09:00 - 19:00
DOVE SIAMO: Marina di Camerota
TEL: +39 340 3470078

Rimessaggio Barche

Rimessaggio Barche – Nautica Bagnato

Quando si effettua il rimessaggio delle barche il significato di tale operazione è dato dalla necessità di garantire un eccellente funzionamento del mezzo. Il momento migliore per effettuare i lavori è quello che precede l’inverno, mentre a primavera si potrà scegliere, a seconda del modello e dell’utilizzo, la vernice antivegetativa. Per il rimessaggio delle barche la normativa comprende direttive per la prevenzione, l’ambiente e la sicurezza, disposizioni che riguardano i cantieri navali e chi opera nel settore. Alcuni lavori all’imbarcazione, però, possono essere fatti autonomamente, ma solo se si ha la necessaria perizia.

Quando si effettua il rimessaggio delle barche il significato di tale operazione è dato dalla necessità di garantire un eccellente funzionamento del mezzo.

Manutenzione del motore: La manutenzione richiede il controllo del livello dell’olio dell’invertitore e la sostituzione di quello del motore. Sono importanti anche il controllo delle candele, la pulizia dei filtri e la funzionalità della girante della pompa che evita il surriscaldamento del motore. La sostituzione della girante può essere eseguita anche in acqua ricordando che, prima di iniziare il lavoro, deve essere chiusa la presa a mare dell’acqua.

Serbatoi carburante: I serbatoi devono essere svuotati del carburante e trattati con prodotti idonei perché non si sviluppino batteri e fanghi. Reintrodotto il carburante si lavorerà al cambio dei filtri.

Impianto idraulico ed elettrico: Per motivi igienici è opportuno disinfettare con appositi liquidi i serbatoi dell’acqua e quelli delle acqua nere. Per l’impianto elettrico si dovrà eliminare il salino dalle luci con acqua dolce e utilizzare prodotti specifici per i contatti. Se si intende sostituire i cablaggi è necessario servirsi solo di cavi marini stagnati.

Gli interni: Igienizzare ed eliminare l’umidità sono operazioni da fare rimuovendo mobili e suppellettili e arieggiando gli interni. Naturalmente il refitting dell’imbarcazione dovrà comprendere eventuali riparazioni di falegnameria, sostituzione della moquette, della tappezzeria e dei tessili. Nella cambusa, invece, oltre alla pulizia dovrà essere verificata l’efficienza dell’impianto del gas. Gli esterni: E’ importante controllare che non siano presenti infiltrazioni e procedere alle pulizie con prodotti dedicati. Parti metalliche, fisse e mobili, devono essere protette con ottimi spray, mentre gli elementi presenti in coperta saranno controllati ed eventualmente ingrassati. La catena e l’ancora, dopo essere state calate nell’area di manutenzione, saranno sciacquate con acqua dolce. Nel rimessaggio della barche a vela, oltre al controllo degli impianti, del motore e della carena, si dovrà disarmare le vele e controllare le cuciture, pulire i winch smontandoli e ingrassandoli ed avere cura del sartiame e dell’albero.

Non ci sono commenti

Lascia un commento

shares